Anatomia di un fungo riscaldante: potenza, funzioni  

A meno che non ci occupiamo tutti i giorni di funghi riscaldanti, riconoscere un prodotto di buona qualità potrebbe essere molto difficile. Oltre a badare alla struttura, che bisogna sia salda e resistente e in grado di donarle stabilità, e all’estetica, che deve incontrare il gusto personale dell’acquirente, è bene saper riconoscere alcuni dettagli che rendono un fungo riscaldante un modello di qualità. Per conoscere questi particolari è bene visitare sui funghi riscaldanti, oppure proseguire nella lettura di questo articolo.

La potenza del fungo è importante, e bisogna sapere che tipo di ambiente andremo a riscaldare per scegliere quella appropriata. Se abbiamo bisogno di rendere caldo un piccolo spazio dovremo optare per un modello poco ingombrante e piccolo, e non c’è bisogno che sia molto potente. Sarebbe uno spreco, anche in fatto di consumi di elettricità (che, si sa, hanno costi elevati). Se al contrario è un grande spazio quello che vogliamo scaldare sceglieremo un fungo un po’ più grande in fatto di dimensioni, ma anche più potente. Se così non fosse un solo fungo non sarebbe sufficiente a scaldare tutta l’area, e un’altra soluzione sarebbe quella di comprare più di un prodotto e posizionarli strategicamente. Esistono in commercio alcuni articoli che hanno una potenza regolabile, in modo tale da scegliere quella che fa al caso nostro. Per esempio nelle serate meno fredde si può optare per una potenza inferiore, e per contro nelle giornate più fredde possiamo aumentare la potenza.

Anche la temperatura spesso si può regolare, soprattutto nei modelli più costosi e tecnologici. Alcuni di questi dispongono di un telecomando, grazie al quale è possibile impostare potenza e temperatura anche a distanza dal fungo, stando comodamente seduti.

Per ultimo, non è da sottovalutare il fattore sicurezza. Primo di tutto è bene informarsi se il prodotto che stiamo acquistando abbia tutte le certificazioni in regola che ne attestino la conformità. Inoltre ci sono alcuni tipi di fungo riscaldante che si spengono automaticamente in caso di ribaltamento. Se teniamo il prodotto all’esterno questa è una funzione da non sottovalutare, perché una folata di vento molto forte potrebbe far ribaltare la struttura del fungo e creare danni.